Verso Timpaviva 2011: intervista agli "ALUS"

                                                             di Sisco Montalto

Gli Alus sono il nuovo progetto musicale di Giuseppe Ruggeri, Claudio La Rosa e Giovanni Girone, rispettivamente basso, batteria e voce dei "Memories Lab". Organico ridotto ai minimi termini ma potenza triplicata rispetto al passato, suoni massicci, a tratti inquietanti, ritmiche cupe, dark, s’intrecciano, saltano.. 
Si cercano nuovi linguaggi. Una linea sottile marca i confini tra stoner, funk e psichedelica. C'è da stare molto attenti...

-Giuseppe raccontami come nasce il progetto Alus..
"Gli Alus nascono un po' per caso e un po' per la voglia di suonare liberamente senza badare a schemi prefissati legati ad una scelta di un genere piuttosto che un altro. Abbiamo suonato assieme in altre formazioni e ci conosciamo da una vita quindi è bastato entrare in sala, imbracciare gli strumenti e cominciare a suonare. Ci siamo ritrovati a ridere e scherzare come i vecchi tempi quando uscivi da scuola e andavi a rinchiuderti in un garage a bere birra e a suonare fregandotene di tutto. Perchè fermarsi quindi?"


-Negli ultimi anni sembra che qualcosa a Messina si muova, musicalmente parlando: è solo un’impressione o è davvero così?
"Diciamo che Messina è sempre stata fucina di bravi musicisti, ma ahimè povera di artisti. Ti ritrovavi spesso ad ascoltare degli ottimi chitarristi o bassisti suonare "long train running" o "Don't Let Me Be Misunderstood" chiedendoti, "ma cavolo scrivi qualcosa che suoni davvero bene!".
Fortunatamente in questi ultimi anni il trend delle cover band è scemato e si incomincia ad ascoltare anche le band che portano avanti dei bei progetti molto validi. Mi vengono in mente, per citarne solo alcuni, La Muga Lena, SansPapier, Morning Light e molti altri... in effetti c'è tanta roba interessante da ascoltare! La cosa bella è che vedo anche tantissimi ragazzini che si cimentano in progetti musicali tendenti alla sperimentazione. Significa che c'è una linfa vitale attiva a Messina."

-Conoscevate già Timpaviva? Come ci siete arrivati e cosa ne pensate?
"L'abbiamo conosciuta tramite i SansPapier che si sono esibiti l'anno scorso, per il resto è la prima volta che vi prendiamo parte. Penso che manifestazioni di questo tipo possono solo far bene all'arte in generale. Prima hai detto di aver notato un movimento a Messina, beh io ti dico che sto notando un movimento in tutta la Sicilia! E questo può solo far piacere. Bisogna far vedere che anche qui al Sud ci sono realtà musicali fantastiche."

-Hai pienamente ragione!!....Band "giovane": che progetti avete?
"Beh ti ringrazio per il "Band giovane"! Allo stato attuale ci stiamo dedicando ovviamente al songwriting. A gennaio è prevista l'uscita del nostro primo EP per Imago Sound. Per il resto ci dedicheremo a far girare un po' in giro la nostra musica."

-I vostri punti di riferimento del panorama musicale attuale?Insomma se dovessi farmi due nomi, tra gli altri che prendete ad esempio..
"Darti due nomi sarebbe impossibile. Ascoltiamo tanta di quella musica che mi viene difficile stabilire delle somiglianze. Sicuramente posso dirti che se ti piacciono gli Alus probabilmente ti piaceranno anche i Primus, i Melvins, a tratti i Fantomas, e chiaramente Mina & Celentano."










Commenti