MUSICA NELLA GIORNATA MONDIALE DELL’AMBIENTE




In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente che si terra’ domani 5 giugno2012



   
 Il Mei, portavoce della Rete dei Festival, diventa partner di ECO MUSIC FESTIVAL, una nuova piattaforma web di promozione e condivisione per i festival sostenibili in Italia.

In Italia esiste un grandissimo numero di eventi dedicati alla musica e allo spettacolo. Dai grandi eventi contenitore come i Festival (si pensi all’Heineken Jamin Festival, al Traffic di Torino, al Maggio Fiorentino etc.), ai piccoli eventi nei teatri e nei locali presenti sul territorio italiano, sicuramente quello dello spettacolo dal vivo è ad oggi l’unico settore di business connesso alla discografia, al mondo della danza e del teatro e delle arti in generale.
La grande attenzione al Green e alle tematiche della sostenibilità ambientale da qualche anno hanno orientato sia gli organizzatori, a far diventare ecofestival o ecoeventi alcuni degli eventi musicali in Italia.

Il nome di Ecoevento o Ecofestival è però spesso abusato ed usato in eventi che non hanno nessuna certificazione reale ed attualmente non è normato da nessun parametro che dia un vero standard di riferimento.

Inoltre le pratiche e le azioni che vengono svolte dagli organizzatori a tutt’oggi intendono la sostenibilità solo per quanto riguardo la tematica ambientale restringendo spesso le azioni dedicate alla mera compensazione delle emissioni di CO2 emesse dall’evento.
In realtà il lavoro da fare è più serio e complesso per far si che parlare di sostenibilità degli eventi di musica e spettacolo non sia una mera operazione di green washing.

Il lavoro da fare prevede una fase di affiancamento agli organizzatori per realizzare un vero e proprio “manuale” operativo, che li segua in tutto il processo di progettazione, produzione e monitoraggio finale dell’evento e dei risultati. Il processo ha l’obiettivo di formare gli organizzatori al fine di adottare tutte le buone pratiche di comportamento necessarie per quanto riguarda gli amibiti: – ambientale, -economico, – sociale, che portino alla sostenibilità globale dell’evento stesso secondo gli standard di riferimento BS 8901.

La forza della rete sarà proprio di promuovere questo lavoro finalizzato a promuovere la sostenibilità a 360° degli eventi aderenti alla rete, affiancare gli organizzatori nel percorso atto a rendere il loro evento globalmente sostenibile dando ad essi una certificazione seria, un metodo di lavoro concreto e sviluppare tutte le azioni di marketing e comunicazione correlate.
Politiche promozionali
• Obiettivi/strategie

Creare una rete in crescita esponenziale nel corso del tempo in grado di essere il collettore per i festival e gli eventi di spettacolo nazionali affinché si diffonda una cultura di sostenibilità all’interno di questo settore, che si traduca in maggiore efficienza degli eventi, servizi migliori e minori costi di produzione.
Coinvolgendo il vasto pubblico dei piccoli e grandi spettacoli, l’obiettivo è di ottenere un effetto a cascata nella diffusione della cultura della sostenibilità e nell’orientamento ad un consumo etico e responsabile.

Invitiamo tutti i festival ad aderire a questa importante iniziativa per i festival a impatto zero.



PRESENTAZIONE E ASPETTI MOTIVAZIONALI
Per i parametri BS 8901, People Planet Profit sono i tre pilastri su cui si basa il concetto di sostenibilità; essa deve cioè essere intesa dal punto di vista sociale, ambientale e economico.
People (capitale umano) si riferisce a azioni eque nei confronti del lavoro, della comunità e dell’area attorno alla quale si svolge l’evento. Un evento basato sulla sostenibilità ha una struttura sociale partecipativa in cui il benessere e gli interessi dei partecipanti, dei lavoratori e degli altri stakeholder sono interdipendenti.
Planet (capitale naturale) si riferisce a pratiche ambientali sostenibili. Un evento basato sulla sostenibilità cerca di beneficiare il più possibile dalla natura senza contaminarla o almeno riducendo al massimo il suo impatto ambientale. Esempi di riduzione dell’impronta ecologica, tra le altre cose, sono la cura nella gestione dei consumi di energia, la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti e l’utilizzo responsabile dell’acqua.
Profit è il valore economico creato dall’organizzazione e dall’evento. In un quadro di sostenibilità, l’aspetto “profitto” deve essere visto come il reale beneficio economico di cui beneficerà la società. E ‘il reale impatto economico che ha l’evento nel suo contesto economico.

Il tema dello sviluppo sostenibile è un argomento diffuso a livello mondiale in ogni settore di attività, compreso quello dell’organizzazione di eventi.
L’attenzione per la sostenibilità di un evento, è stata resa esplicita dal gruppo responsabile della gestione ambientale per le Olimpiadi 2012, che ha fatto comprendere la necessità della presenza di uno standard che guidasse gli organizzatori nella pianificazione e nella gestione di eventi sostenibili.

I benefici derivanti dall’organizzazione di un evento sostenibile permettono:
• miglioramento delle performance in termini di sostenibilità;
• maggiore partecipazione della Comunità all’evento;
• possibili risparmi grazie alla riduzione dei rifiuti, riduzione dei consumi energetici e riutilizzo delle attrezzature;
• rispetto delle aspettative degli stakeholder;
• riduzione dei rischi nella gestione degli eventi.

Lo standard di riferimento è il BS 8901 che deriva da una serie di norme (BS 8900 – Guidance for Managing Sustainable Development) volte alla gestione dello sviluppo sostenibile attraverso “un approccio duraturo ed equilibrato alle attività economiche, alla responsabilità ambientale e al progresso sociale”.

ECOMUSICFESTIVAL.IT vuole essere LA RETE motore di aggregazione dei festival e degli eventi sostenibili GIA’ presenti in Italia e anche svolgere il lavoro tecnico di consulenza atto a seguire ogni evento e festival che voglia intraprendere il percorso di “sostenibilità” fino ad ottenere la certificazione secondo i parametri BS 8901.
Motivazione:
- Usare la forza delle note per ispirare cambiamenti duraturi.

- Educativa: sensibilizzare e educare un vasto pubblico all’utilizzo di “buone pratiche”.
- Marketing territoriale: generare un effetto di promozione territoriale nei siti dove i singoli eventi sono locati.
- Marketing degli eventi: promuovere ogni singolo evento aderente alla rete per portare maggior pubblico in sede di evento e intensificare l’attività istituzionale di comunicazione di ogni singolo evento.

 Invitiamo tutti ad aderire all’iniziativa e a visitare il sito del Festival segnalando che a tutti gli Aderenti, Amici e facenti parte del circuito del Mei, di AudioCoop e della Rete dei Festival saranno accompagnati in ogni step, in collaborazione con gli Enti Locali partner del Festival, per fare del Festival un Festival Ecosostenibile

Commenti