POCKET POETRY ORCHESTRA alla Lomax



Nenti sutta u suli nenti subbra (Omaggio a Salvo Basso)

Sala Lomax
17 - 18 Aprile 2013
 ore 21,30
Ingresso posto unico 10 € + diritti di prevendita




“Nenti sutta u suli nenti subbra” è l’ultima produzione della Pocket Poetry Orchestra, dedicata al poeta Salvo Basso nel decennale della morte. Il reading ha debuttato al “Premio Basso -Città Di Scordia” nella primavera del 2012 e arriva dopo uno studio sulla musica dei versi di Basso che Biagio Guerrera, poeta, attore, regista e curatore di numerose iniziative culturali, conduce ormai dal 1998. 

Il lavoro è dedicato a una delle grandi passioni di Basso: l'Antico Testamento e in particolare l’Ecclesiaste, del quale “Qo” (1999 Edizioni l'Obliquo, Brescia) rappresenta una straordinaria e personalissima riscrittura. A questi testi si affiancano altre poesie prese dalla vasta produzione poetica di Basso che ha fatto della lingua siciliana uno strumento espressivo nuovo e moderno, grazie all’intelligenza vivissima, l’ironia fulminante, la sensibilità acuta.

La Pocket Poetry Orchestra nasce nel 2007 da un’idea di Biagio Guerrera, che amplia l’esperienza dell’incontro poetico-musicale tra il poeta tunisino Moncef Ghachem e il gruppo italo-palestinese dei Dounia (da cui nasce “Dalle sponde del mare bianco”, inciso su cd e contenuto nell’omonimo libro pubblicato nel 2003 da Mesogea).

Ha un organico variabile che comprende i quattro componenti dei Dounia (il cantante palestinese Faisal Taher, il chitarrista Vincenzo Gangi, il contrabbassista Giovanni Arena e il percussionista Riccardo Gerbino) con l’aggiunta della percussionista Marina Borgo, del polistrumentista e compositore Stefano Zorzanello e di Biagio Guerrera in qualità di attore e regista. Il gruppo base si arricchisce di volta in volta grazie alla partecipazione di poeti e solisti, in base alle esigenze delle diverse produzioni.

L’ensemble propone un’indagine sonora tra musica e parola, con lo scopo di creare un tessuto musicale e vocale omogeneo: un flusso che porti l’ascoltatore a scoprire  un unico suono in cui la parola del testo è completata dalla musica.

Dopo il primo lavoro, “Quelli che bruciano la frontiera” pubblicato nel 2011 da Ethnosuoni,  il reading ha debuttato con Ronny Someck ed Eyal Maoz (poeta e chitarrista israeliani) ed è stato presentato in occasione di: Festivaletteratura” - Mantova, “Journèes Théâtrales de Carthage” - Sidi Bou Said (Tunisi), “Galassia Gutenberg” Galleria Toledo - Napoli, “ Uva Grapes – Catania Contemporary Network” Zo, Centro Culture Contemporanee - Catania, “Mediterraneo Folk Fest” - Trieste, “Genova Poesia” Palazzo Ducale - Genova, e in luoghi prestigiosi come: Auditorium Parco della Musica - Roma, Fondazione Orestiadi di Gibellina - Palermo, Parco Horcynus Orca - Capo Peloro(ME), Teatro Margherita - Caltanissetta.


Infolomax: 095 - 2862812 

www.lalomax.it


Commenti