Yato - Post Shock (Autoproduzione, 2017)




di Sisco Montalto - Post Shock è il nuovo disco di Yato, al secolo Stefano Mazzei,  cantante, chitarrista, dj (o qualcosa del genere), fan dell’urban sound elettronico tipico delle metropoli estere, vedi New York, Londra, Berlino.

In questo lavoro Yato cerca di infilare in qualche modo quella connotazione cantautorale che probabilmente gli appartiene ma che appare molto lontana da Post Shock. In effetti la parte meno forte dell'intero lavoro sono proprio i testi, che più di una volta risultano essere un passo indietro rispetto all'impalcatura sonora. Yato prova onestamente a legare e far combaciare pop, elettronica da club e sfumature rock in un tempo relativamente breve. Il risultato finale è un disco molto compatto, molto piacevole, senza sbavature, senza un elemento di troppo, che restituisce esattamente quello che ti aspetti e cioè delle ispirazioni chiare che traggono linfa ora da realtà internazionali, ora nostrane (vedi Sigur Ros e primi Subsonica, per dare le solite due indicazioni). 

Le due anime di Post Shock sembrano essere però due,  Electro Hardcore, brano essenzialmente pop, di facile approccio e ammiccamento al mainstream e la chiusura, Ormonauti Rmx, brano ripreso da vecchi lavori, strumentale, dalle reminiscenze ipnotiche e danzerecce.  



♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫




Commenti